Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Ebbene sì, dopo “50 sfumature…”, ho letto anche “After”. Sebbene fossi molto scettica sui contenuti.

Sì, lo confesso, alla fine anch’io ho ceduto. Circa un mese fa, quando sulla mia rivista periodica  di libri, che ricevo ogni mese, (Club per voi; Mondolibri) ho notato questo romanzo dal costo   super scontato, e giacchè ero molto curiosa di sapere a cosa fosse dovuto il suo grande successo editoriale -ma anche annoiata dalla routine quotidiana- ho deciso di comprarlo; anzi direi, li ho comprati: visto che erano i primi due capitoli della saga, al costo di uno.

Quando alla fine mi è stato consegnato il pacco, senza troppo entusiasmo nell’accoglierne il contenuto, li avevo messi da parte per leggerli col tempo, come faccio di solito con i libri che compro solo per via dello sconto, e non mi attraggono più di tanto. Poi però, giacchè nello scorso mese ho vissuto un pessimo momento di vita familiare, alquanto triste e malinconico -che non sto qui a raccontarvi- ho iniziato a leggere il primo capitolo, quasi per inerzia. Tant’è, che solo due giorni dopo, ho dovuto acquistarne anche il terzo nonchè ben presto anche il quarto e il quinto. Li ho divorati in pratica!

Lo so, all’inizio mi ero detta perplessa sul loro autentico valore come libri; e anche adesso,  non sono tra quei libri che definirei paragonabili ai testi più eccelsi, come ad esempio, quelli che la stessa autrice ha menzionato più volte nei suoi romanzi; libri del calibro di “Cime tempestose” e “Orgoglio e pregiudizio” per intenderci. Piuttosto, secondo me,  sono libri che io, alla mia maniera, chiamo: “semplici letture appassionanti”.

Ad ogni modo, devo ammettere che mi hano aiutata a non pensare, e hanno in qualche modo allietato le mie tristi giornate.

La storia si svolge in un ateneo universitario dello stato di Washington, lo stato della città di Seattle per la precisione, non Washington D. C. inteso come capitale degli Stati Uniti. (scusate la precisazione, ma anch’io avevo fatto un pò di confusione all’inizio.) Ed è la classica storia tra una giovane ragazza molto per bene, e un ragazzo tutto sregolatezza. I due comunque, si lasciano e si prendono varie volte, e vivono nel loro tormento personale, tipico di quella età, che non è l’adolescenza, ma non è nemmeno l’eta adulta vera  e propria. E forse per questo si trovano in un limbo. Poi ovviamente, da quello che ho notato, ci sono alcune parti, che mi sono risuonate come un pò imitatrici o prese in prestito, da “5o sfumature.” Ma quale autore, non rischia di emulare gli altri? In fondo, chi legge libri, ha impresso nella memoria buona parte di ogni libro che ha già letto, quindi, se poi il lettore diventa anche scrittore, qualcosa di già letto, salta fuori, volente o nolente.

Con ciò, le due storie, sono abbastanza diverse, devo ammetterlo. E comunque, per me si è rivelata una storia utile da leggere, soprattutto perchè avevo poca voglia di imbarcarmi in libri con un testo molto più impegnativo. E poi, anche questa volta, devo dire, che è una storia d’amore molto affascinante e passionale, che ho letto bene; seppur, nel quinto capitolo, ho un pò snobbato il finale; tralasciandone alcune parti e arrivando subito alle ultime pagine, perchè alcuni paragrafi, mi sono sembrati superflui. Sebbene sia solo, un mio parere personale.

Ad ogni modo, “Appassionatevi alla lettura, qualunque sia il vostro genere di libri!”

Ebbene sì, dopo “50 sfumature…”, ho letto anche “After”. Sebbene fossi molto scettica sui contenuti.ultima modifica: 2016-02-12T16:22:11+01:00da cristi84100

Questo elemento è stato repostato da

  • Avatar di cristi84100

Add a Comment