Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Successi editoriali dovuti al web: l’editoria moderna punta sul sicuro.

Dopo il grande successo di “50 sfumature di grigio” & company, è la volta di “After”, stavolta addirittura una serie di cinque libri, uscita dalla penna di una giovane lettrice/scrittrice texana, che ha conquistato i suoi primi fan sulla piattaforma online: Wattpad, una comunity internet per smartphone e non solo; che permette a chiunque ami scrivere, di farsi conoscere da altri lettori e scrittori. Ovviamente, non tutti gli iscritti che vi partecipano sanno scrivere bene, e spesso, lasciano le loro opere a metà. Ma si sa, in mezzo ai molti, ci sono i pochi, quelli che rirescono a uscire fuori dal mucchio e a mettersi in evidenza. Io, devo essere sincera, credo che ci voglia anche un pizzico di fortuna, e magari, essere nati anche nella nazione giusta, giacchè, chi scrive nella lingua Inglese, ha più possibilità di esser letto, rispetto a chi scrive in Italiano per esempio. Visto che, l’Inglese, viene parlato negli Stati Uniti, In australia, in Nuova Zelanda, In Inghilterra e persino in Irlanda, e questo solo nei paesi che lo usano come lingua madre, per non parlare poi, dei numerosi lettori, che conoscono l’Inglese, perchè lo hanno studiato e approfondito. Comunque, bando alle ciance, la verità è che io non capisco  come sia possibile, che un libro pubblicato a puntate su un social network, possa venir letto da così tanti lettori, sebbene, sul web, si sa, vengono apprezzate per lo più le cose che vanno di moda, quindi, immagino che il solo fatto che un testo venga commentato e riceva alcuni “Mi piace”, sia già sinonimo di qualcosa di interessante, che valga la pena di leggere.

Ormai, gli editori moderni, preferiscono restare su un livello di rischio relativamente basso, proponendo improponibili accordi, dove lo scrittore sborserà una certa cifra, per lo più esorbitante, per venir prubblicato, e alla fine, dovrà pure farsi publicità da solo etc. Questo accade per lo più con le case editrici più piccole ( lo dico per esperienza personale). Mentre quelle più grandi, si limitano a cercare i loro prossimi scrittori, tra quelli che in qualche modo hanno già raggiunto un disreto successo. Come è capitato con la trilogia di E. L. James, che, come afferma lei stessa, inizialemnte è stata resa famosa, solo grazie al passaparola.

Certo, oggigiorno, il pubblico di lettori è sempre meno folto, e soprattutto, i giovani amano leggere digitale. Io personalmente, adoro i libri, l’odore della carta e dell’inchiostro, e sebbene abbia anche letto qualcosa in e-book, preferisco di gran lunga poter scegliere la versione di carta. Provo una certa soddisfazione nel poter tenere in mano un testo da leggere. Cerco comunque di capire i perchè dell’editoria, e come mai non scelgono più veri scrittori per pubblicare buone storie, ma piuttosto, prefersicono storie discrete, che però facciano grandi vendite e grandi guadagni. Il talento, spesso non viene più neanche cercato. Perchè, ormai, per vendere libri, a mio parere, non serve solo sapere scrivere, piuttosto, serve, sapersi vendere.

Successi editoriali dovuti al web: l’editoria moderna punta sul sicuro.ultima modifica: 2016-02-12T13:37:09+01:00da cristi84100
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment